il parco

Nell’anno 1815 il marchese Carlo Emanuele Alfieri incarica Xavier Kurten, architetto paesaggista, di trasformare il giardino formale in un parco, secondo il nuovo gusto romantico all’inglese. Il Kurten esegue a San Martino il suo primo lavoro ma diviene ben presto il primo giardiniere della corte sabauda. Il parco è oggi l’ideale per una passeggiata alla scoperta di siepi sagomate ad arte e sentieri che si perdono sulla collina. Venire qui è come avere le chiavi di un giardino segreto, creato per rilassarsi all’ombra di vecchi cedri, tigli, querce e di una immensa quercia monumentale, proprio dove si incontrano i territori di Monferrato, Langa e Roero.