il castello

A partire dal 1696 gli Alfieri iniziano importanti lavori per trasformare la fortezza medievale in una splendida dimora barocca, senza eccessi, dalle linee semplici e ben inserita nel paesaggio circostante. Di fronte alla residenza, nel 1720 viene costruita l’Orangerie, giardino d’inverno della famiglia, decorata da maestri comacini con delicati stucchi. Il castello viene modificato ancora un’ultima volta intorno al 1820 con un importante intervento di Ernesto Melano, primo architetto di sua maestà Carlo Alberto di Savoia.